Torna Surriento Parte 1

 

Torna Surriento

Vide ‘o mare quant’è bello!

Spira tantu sentimento.

Comme tu a chi tiene mente

Ca scetato ‘o faje sunnà.

Guarda, gua’ chistu ciardino;

Siente, sie’ sti sciure arance.

Nu prufumo accussì fino

Dinto ‘o core se ne va…

E tu dice “I’ parto, addio!”

T’alluntane da stu core…

Da la terra da l’ammore…

Tiene ‘o core ‘e nun turnà

Ma nun me lassà

Nun darme stu turmiento!

Torna a Surriento,

Famme campà!

Vide ‘o mare de Surriento,

Che tesoro tene ‘nfunno:

Chi ha girato tutto ‘o munno

Nun l’ha visto comm’a ccà.

Guarda attuorno sti sserene,

Ca te guardano ‘ncantate

E te vonno tantu bene…

Te vulessero vasà.

E tu dice “I’ parto, addio!”

T’alluntane da stu core…

Da la terra da l’ammore…

Tiene ‘o core ‘e nun turnà

Ma nun me lassà

Nun darme stu turmiento!

Torna a Surriento,

Famme campà!

E tu dice “I’ parto, addio!”

T’alluntane da stu core…

Da la terra da l’ammore…

Tiene ‘o core ‘e nun turnà

Ma nun me lassà

Nun darme stu turmiento!

Torna a Surriento,

Famme campà!

 

 

 

 

Foto archivio personale 

Infatti, “Torna a Surriento” è una delle canzoni italiane più famose mai scritte. La canzone fu composta nel 1902 dal musicista italiano Ernesto De Curtis. Suo fratello, il poeta e pittore Giambattista De Curtis scrisse il testo. La musica fu ufficializzata nel 1905, e da allora è diventata una delle canzoni più popolari di questo genere tradizionale, insieme a O sole mio, Funiculì funiculà, e Santa Lucia. Nel 1902 Guglielmo Tramontano, sindaco di Sorrento, chiese al suo amico Giambattista De Curtis di scrivere la canzone per il primo ministro Giuseppe Zanardelli, allora in vacanza nel suo albergo sul mare, l’Imperial Hotel Tramontano. La musica riflette la bellezza dei grandi dintorni della città e l’amore e la passione dei suoi cittadini.

 

Oggi è uno dei giorni più importanti in Italia, il 3 giugno 2020, giorno di apertura dopo la fase 2 della quarantena del Covid 19 pandemico. Quindi ora siamo liberi di attraversare le regioni e viaggiare verso gli altri paesi europei. Naturalmente, assicurarsi che stiamo distanziando sociale per mantenere se stessi e gli altri al sicuro, ma l’importante è che siamo sulla strada di nuovo, e non è incredibile?

Oggi ho fatto una bella passeggiata per Sorrento, ed ero così felice di vedere che la città ha cominciato ad acquisire un aspetto più allegro rispetto a tre mesi fa quando tutte le strade erano vuote e tristi.

Sorrento è tornata alla vita normale e pronta ad accogliere nuovamente i turisti.

Sorrento è stata una popolare destinazione turistica per quasi due secoli. La storica città di mare ha imparato a convivere con il turismo e a trarne il massimo vantaggio.

Affacciata a nord sulla baia di Napoli, Sorrento si trova alla fine della penisola sorrentina, oltre le colline della famosa Costiera Amalfitana. Nella mitologia, questa zona è la terra delle sirene, belle fanciulle di mare il cui canto attirava i marinai verso il loro destino. Sorrento è costruita su un sito storico che risale alla preistoria; c’era una città greca qui, e poi la città romana di Sorrentum. Alcune reliquie di questi tempi si trovano nel museo della città. Il canyon era un sito primario per la costruzione di un insediamento; le basse scogliere e i burroni lo circondavano; aveva un anello naturale di difesa, accesso dal mare e un entroterra fertile. Oggi una parte del canyon della città è stata riempita – il ponte e la porta della città sono stati demoliti per far posto a Piazza Tasso, il cuore della città moderna.

 

Ma anche senza queste difese fisiche, Sorrento è riuscita a mantenere il suo centro storico ragionevolmente intatto. I vecchi edifici pastosi contribuiscono ancora a creare una deliziosa atmosfera autentica. L’attrazione chiave di Sorrento è che può offrire una varietà di esperienze di vacanza per soddisfare i diversi visitatori, dalle passeggiate rurali attraverso limoneti e uliveti a una scelta di escursioni via terra o via mare. Pompei, Ercolano e Napoli sono accessibili in una direzione, e la Costiera Amalfitana in un’altra, tutte con scenari mozzafiato.

Sorrento è anche famosa per i suoi limoni e Limoncello fatto in casa

 

Sorrento è anche famosa per i suoi ulivi e per il delizioso olio d’oliva e le olive.

 

I romantici tramonti su Sorrento.

Vi aspettiamo a Sorrento!

XOXO

 

 

 

Svetlana Hristova

Related Stories

spot_img

Discover

Fai da te Super Facile Decorazione per Feste a...

Con questo articolo vi mostrerò come creare una decorazione per feste a tema Maincraft...

Idee e strategie: Come gestire il mal di mare...

Prima di partire per la crociera dei vostri sogni, è essenziale considerare il mal...

Come vestirsi durante una crociera ai Caraibi

Un viaggio in crociera ai Caraibi è un'esperienza emozionante non solo per le bellissime...

Marina Grande: Il Villaggio dei Pescatori a Sorrento

Benvenuti a Marina Grande, un incantevole villaggio di pescatori situato nelle immediate vicinanze di...

Quando andare a Sorrento, Italia

Sorrento è una incantevole città nel sud Italia, baciata dal sole, famosa per le...

La Grotta Gigante di Trieste

Nell'articolo di oggi vi condurremo in un'avventura alla scoperta del mistero della Grotta Gigante. Nascosto...

Popular Categories

Comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here